ECCELLENZE RURALI: buone pratiche di economia circolare

Data:
6 Marzo 2021

Rete Rurale Nazionale e CREA-Centro di ricerca Politiche e Bioeconomia- hanno dato avvio al progetto denominato “Eccellenze rurali”, che ha come finalità quello di individuare 10 buone pratiche diffuse su tutto il territorio nazionale che possano essere identificate come esempi di economia circolare legata al riciclo/riutilizzo/rigenerazione dei rifiuti e scarti agricoli/forestali.

In particolare, l’iniziativa  intende identificare esperienze agricole/agroindustriali che utilizzino rifiuti e scarti dei processi produttivi in un’ottica di rigenerazione e/o riutilizzo, come ad esempio  la produzione di biomateriali, bioprodotti, (cosmetici, fibre tessili, biomattoni, ecc.), bio-energia, biogas, ecc.,  nonché esperienze volte a limitare gli sprechi (alimentari e non) attraverso anche azioni condotte a scopo sociale, perseguendo un valore etico e producendo vantaggi economici e/o ambientali.

Saranno analizzate le esperienze maturate da aziende agricole, reti di imprese, aziende cooperative, altre realtà aggregative, ecc. i

 Le esperienze pervenute saranno esaminate da un gruppo di lavoro composto da ricercatori del CREA – Politiche e Bioeconomia (titolare della scheda RRN 2.1 Eccellenze Rurali) e funzionari del Mipaaf, e, le realtà selezionate, saranno oggetto di un’analisi approfondita sul campo da documentare e diffondere attraverso il portale della Rete Rurale Nazionale e altre iniziative divulgative.

Pertanto, si invitano tutte le realtà interessate a voler inviare la propria candidatura  compilando l’allegata scheda di partecipazione, che dovrà pervenire entro e non oltre il 14 marzo 2021, all’indirizzo [email protected].

Sarà cura del GAL Campidano inoltrare tutto il materiale ricevuto alla Rete Rurale Nazionale.

Allegati (1)

Ultimo aggiornamento

6 Marzo 2021, 07:52