Territorio, istituzioni locali e regionali a confronto nel convegno “Investire sulle persone: il valore strategico del capitale umano per la crescita socio economica del territorio” promosso dal GAL Campidano

Data:
9 Giugno 2022

Venerdì 27 e Sabato 28 Maggio 2022, presso i locali CIVIS di San Gavino Monreale, si è discusso di un tema che chiama in causa non solo il Medio Campidano, ma l’intera Regione Sardegna. Il Convegno “Investire sulle persone: il valore strategico del capitale umano organizzato dal GAL Campidano, ha visto la partecipazione di esponenti delle istituzioni regionali e locali, del mondo della formazione, dell’istruzione e delle imprese, intenti a confrontarsi sull’importanza della formazione e sul valore del capitale umano quale risorsa strategica per la crescita socio-economica dei territori rurali.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività di informazione, comunicazione e confronto portate avanti dal GAL Campidano, durante la quale sono stati illustrati i risultati raggiungi dai corsi di formazione organizzati in qualità di partner di progetto, e finanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE) nell’ambito dell’Avviso Green and Blue Economy” – afferma Stefano Musanti, Presidente del GAL Campidano.

La mattinata del venerdì ha visto la presenza di relatori di rilievo regionale, quali l’Assessora regionale al lavoro Alessandra Zedda, il suo Direttore generale Roberto Doneddu, e il Responsabile territoriale ANPAL Servizi Paolo Moser, che hanno magistralmente portato il loro contributo, costruendo importanti punti di contatto sulle politiche attive del lavoro, sulla nuova programmazione del Fondo Sociale Europeo e sulla necessità, sempre più urgente e largamente sentita, di agire nell’immediato e di adottare una visione operativa e strategica per intervenire nel mercato del lavoro, in termini di inclusione, occupazione, istruzione e formazione.
A seguire le relazioni di Andrea Schirru e di Pier Paolo Argiolas, rispettivamente Dirigente scolastico e docente del CPIA 2 di Serramanna. A conclusione del convegno, la tavola rotonda che ha visto come protagonisti Valeria Fadda di Isfor Api, Milena Zara di Confeserceni Provinciale di Cagliari e Giuseppe Bullegas di Copagri.

L’incontro è stato una preziosa occasione per mettere in luce l’importanza della formazione del capitale umano per la crescita socio economica del nostro territorio – continua Stefano Musanti – la quale non può prescindere dalla consapevolezza che il dialogo, la collaborazione reciproca e lo spirito di comunità, sono fattori chiave e determinanti”.

Anche gli interventi della seconda giornata dell’evento, hanno aperto importanti finestre sul mondo della formazione e sullo sviluppo che il GAL e il Distretto Rurale stanno mettendo in atto. Prezioso il contributo dell’Assessorato dell’Agricoltura nelle figure di Maria Giuseppina Cireddu – Direttrice del Servizio Sviluppo Territori e delle Comunità rurali, e di Elio Mameli, – Capo di Gabinetto, che hanno illustrato la mission dei Distretti Rurali, e il loro ruolo da protagonisti nello sviluppo socioeconomico del territorio. A seguire l’interventi dell’Agenzia LAORE Sardegna, nelle relazioni di Andrea Cerimele e di Paola Ugas nella definizione del ruolo dell’Agenzia nell’animazione territoriale. Illuminante l’esperienza del GAL Trasimeno-Orvietano, da cui prendere ispirazione, nel racconto della Direttrice Francesca Caproni e del Presidente Gianni Moscetti, sulla strategia del GAL e dei Distretti Rurali della Regione Umbria.
Sul ruolo fondamentale dell’innovazione in agricoltura, è intervenuto Martino Muntoni di AGRIS Sardegna, mentre Andrea Murgia, funzionario della Commissione Europea, ha condiviso la sua esperienza, suggerendo soluzioni per aggiungere valore alle produzioni locali, concentrandosi sui benefici della filiera corta.

La presenza del sindaco Carlo Tomasi e dell’assessora alla cultura e spettacolo Silvia Mamusa del comune di San Gavino Monreale e del già presidente della Provincia del Medio Campidano Fulvio Tocco, evidenziano il ruolo importante delle istituzioni locali nella costituzione del Distretto Rurale.
Il capitale umano assume un ruolo fondamentale nella crescita socio economica di un territorio, ma affinché ciò avvenga è necessaria la totale e l’imprescindibile sinergia tra portatori d’interesse, istituzioni locali e regionali”- conclude Stefano Musanti – Presidente GAL Campidano.

 

Ultimo aggiornamento

9 Giugno 2022, 11:17